Home / Moda / Le nuove tendenze per la sposa 2018
Le nuove tendenze per la sposa 2018

Le nuove tendenze per la sposa 2018

Le passerelle delle ultime settimane, da Barcellona a New York a Milano, ci hanno mostrato cosa gli stilisti di tutto il mondo riservano alle spose del prossimo anno.

Curiosando tra una collezione e l’altra, ecco i trend abiti da sposa per il 2018.

La scelta delle maniche lunghe

Le collezioni per il 2018 propongono una vera inversione di rotta in materia di abiti da sposa e cerimonia per tutti i gusti e costumi.

Dopo il primeggiare degli abiti strapless, il prossimo anno vedrà il ritorno della maia lunga.

Braccia coperte fino ai polsi, così come fu per Kate Middleton e per il suo abito, grande fonte d’ispirazione per i designer del mondo wedding, che hanno reinterpretato il tema con molteplici varianti e digressioni.

Sulle passerelle hanno sfilato maniche lunghe in pizzo, trasparente o no, e mikado (Rosa Clarà) o versione più eteree, con trasparenze, maniche a 3/4 e fantasie floreali per la sposa più romantica, oppure maniche di camicia per la sposa pratica e che ama distinguersi (Cymbeline e Pronovias).

Peplum mon amour

Il peplum dress, caratterizzato dalla presenza di una doppia gonna sovrapposta, torna nel 2018, dopo essersi affermato nelle collezioni della stagione precedente, in versioni rielaborate e sperimentali.

Le balze si sovrappongono, prediligendo tessuti minimal e leggeri come organza, taffetà, mikado e georgette, oppure si riducono a mini-peplum, diventando piccoli e vezzosi volant laterali (Carolina Herrera 2018).

Minimal chic

Gli abiti da sposa della prossima stagione riducono i volumi e preferiscono linee pulite e privi di fronzoli, tessuti raffinati come seta e mikado, all’insegna dell’eleganza del less is more.

Ecco allora gonne lunghissime e dritte, linee sobrie, tessuti pregiati e tagli sartoriali levigati ma mai appariscenti.

Un look contemporaneo e metropolitano, allo stesso tempo molto femminile, nel suo richiamare l’idea non più della principessa romantica ma della dea (Jesús Peiró e Victorio & Lucchino).

Un tripudio barocco

Se le linee si fanno pulite, decorazioni e accessori sono esagerati, opulenti, un tripudio di barocco.

Cristalli e ghirigori elaborati vengono applicati con fili metallici, oro e argento, trasformandosi in veri gioielli sul tessuto, accessori e bijoux direttamente su scollature, maniche e cinture.

L’ispirazione è da ricercarsi nell’anima vintage che aleggia tra le collezioni anche quest’anno e che si manifesta nella ricercatezza dei tagli e dei dettagli, negli abiti in stile impero e nelle sapienti alternane di trasparenze e broccati (Jenny Packman).

Tra bohemien, hippy e flower power

Per la prossima stagione, gli stilisti si sono lasciati ispirare dai mitici anni Settanta, dando vita a creazioni eteree, comode, leggere, di chiara ispirazione hippy e boho-chic (Yolan Cris), con applicazioni floreali in pizzo e altri materiali volatili, dalle suggestioni bucoliche e romantiche.

E per chi ama osare, l’abito scivolato si fa più malizioso ricorrendo al trend del crop top (Oscar de la Renta).

Naturalmente parliamo di abiti da sposa di marchi conosciuti, alcuni anche di alta moda, quindi i prezzi non sono indifferenti.

Sul mercato esistono comunque altre case protuttrici che vendono abiti da sposa anche a prezzi contenuti, un esempio sono gli outlet di abiti da sposa che è possibile trovare in tante città d’Italia.

Ricordiamo che, indipendentemente da quanto spenderete per il vostro abito, fondamentale è che l’abito riesca a valorizzare al meglio la bellezza della sposa, in quello che per molti è il giorno più bello della propria vita.

Consigliato

kedua

Il grande viaggio di KEDUA per la collezione Spring Summer 2016

Per la primavera estate 2016 Kedua propone una collezione essenziale che punta ad abbracciare ogni …